Canapa Sativa

Qual è la differenza tra Canapa e Marijuana?

Canapa e Marijuana

Canapa e Marijuana fanno parte della famiglia botanica delle Cannabaceae. La distinzione tra canapa e marijuana è quindi solo lessicale.

Perché chiamarla in modo differente?

Quando si parla di canapa, si fa riferimento alla pianta che serve per produrre alimenti, bio-carburante, carta, tessuti, prodotti cosmetici e materiali (spesso innovativi e molto efficienti) e per la bio-edilizia.

Contiene solo in minima concentrazione di Thc e non ha alcun effetto psicotropo. La sua coltivazione in Italia è legale e regolamentata.

Con il termine marijuana invece, si intende la variante di canapa ricca di Thc e quindi ad effetto psicoattivo. La marijuana è considerata una droga leggera e la sua coltivazione in Italia è vietata.

Quella che si usa per scopi tessili, priva di Thc, è solitamente la pianta di sesso maschile (anche se non sempre, esistono anche qualità di canapa monoiche, cioè ermafrodite, e femmine utilizzate a questo scopo) mentre quella con effetti psicoattivi è la femmina.

Per concludere, è comunque importante sapere che le distinzioni tra i termini canapa, cannabis e marijuana sono del tutto arbitrarie. Come già accennato, il nome scientifico è lo stesso, appunto per il fatto che si tratta della medesima pianta.